Imparare la radiestesia

 

Secondo Pavel, il 98% delle persone sarebbe capace di ricevere delle informazioni dal proprio subconscio tramite il pendolo.

Ed è vero, lo vedo ai corsi che la gente impara facilmente, anche chi non l'ha mai tenuto tra le dita prima. Ma il problema non è essere capaci di testare, sul momento, la compatibilità tra una cosa e noi o la qualità di qualcosa. Il subconscio potrebbe comunicarci tante informazioni: sulla salute fisica e non fisica, sui problemi essenziali della vita, sul passato e il presente (sul futuro no, al 90% sarà la risposta è della coscienza che può essere errata).

Se vogliamo progredire, dovremmo stabilire una solida connessione tra la coscienza e il subconscio.

Scrive Pavel: “…La velocità dell’apertura del canale Coscienza-Subconscio risente molti fattori: l’abitudine al lavoro indipendente, la logica, l’accuratezza, l’attenzione, la costanza, lo stato corrente dell’Anima del radiestesista. Lo stato fisico influenza soltanto la sua produttività, ovvero il volume del lavoro che un radiestesista può svolgere entro un certo periodo di tempo. E occorre capire che non è questa la cosa più importante, il segreto sta nella crescita spirituale dell’operatore.

Molti principianti, dopo aver letto alcuni FACILI libri sulla radiestesia non si rendono conto che  bisogna IMPARARE  la radiestesia, e che questo processo è un grande e pesante LAVORO. Il miglior MAESTRO del radiestesista, il più preparato, il più severo, il più incorruttibile, il più buono, è il suo Sé Superiore.”

 

Related Articles