La radiestesia spirituale

L'uomo conosce il pendolo da migliaia di anni. La sua funzione non è la divinazione, malgrado questa nobile arte attiri molti aspiranti "maghi". Nulla di più sbagliato! Ma la percentuale delle persone che abbandonano la radiestesia, dopo una serie di prove, è altissima. Tra questi, molti operatori seri, ricercatori. Il principale motivo della rinuncia? L'insicurezza: "Non mi fido delle risposte che ricevo".

Conosco bene queste difficoltà perché ci sono passata. Perché questo accade, malgrado i numerosi libri e i corsi dedicati alla radiestesia? A mio avviso, questo accade perché:

1) non esiste una chiara comprensione del fenomeno. Chi ci risponde? Tra le possibili fonti si nominano: l'inconscio collettivo, la Guide, gli angeli, l'Akasha, il subconscio...

2) non si conoscono le valide tecniche della verifica dei risultati.

3) molti operatori credono di poter avere tutte le risposte che vogliono dal campo informazionale.

4) non si pone il problema della pulizia dei corpi sottili dell'operatore e della sua protezione energetico-informazionale.

 

Così abbiamo, come risultato, delle risposte preconcette o peggio, dettate dalle interferenze del mondo sottile....

In altre parole, un radiestesista serio deve avere un chiaro modello della realtà che possa dare una risposta ai problemi sopraelencati.

 

La radiestesia spirituale è nata in Russia negli anni 80 del XX secolo, grazie agli studi di Liudmila Puchkò. E' quell'anello mancante che collega la radiestesia fisica (la capacità di percepire le vibrazioni della materia) e la radiestesia mentale (la capacità di esteriorizzare l'intuizione) all'innata ricerca spirituale dell'uomo che vuole sentirsi parte dell'universo multidimensionale.

In radiestesia spirituale sappiamo bene da dove ci giungono le risposte: le riceviamo dal SUBCONSCIO che fa parte del  Sé Superiore del radiestesista. Il Sé Superiore è inteso, dai maestri russi, come l’unione tra lo Spirito, l’Anima e il Subconscio. Il radiestesista diventa un vero “allievo” della sua parte divina, e, tramite essa, entra in contatto con i piani superiori della realtà.

Inoltre, la radiestesia spirituale russa insegna come contattare in maniera corretta il proprio Sé Superiore, come imparare a comunicare con lui in modo informale e come evitare molti errori di comunicazione che di solito portano alle risposte sbagliate.

Related Articles