La storia del gatto Bayun

Vi presento un personaggio della mitologia degli antichi russi, ovvero il personaggio delle fiabe magiche.

Bayun è un  gatto particolare, un mago, possiede una voce tonante e magica. Bayun racconta le storie e cosi fa addormentare  i passanti.  E poi li uccide e qualche volta li  mangia. Nelle fiabe è descritto come un gatto gigante.

Eppure le sue storie sono curative, sono una panacea, perciò chi lo saprà catturare guarirà di qualsiasi malattia. La parola Bayun viene dal verbo “bayat’” (parlare, raccontare storie accattivanti).

Il gattone  di solito è collocato o in un lontano bosco, seduto su un palo di ferro, oppure è ospitato dalla altrettanto misteriosa maga Baba Yaga.

Era ora che io lo dicessi...

“…Le nuove conoscenze e capacità, anche di carattere esoterico,  arrivano insieme all’aumento del livello della difficoltà nella loro applicazione.

Se hai imparato a piantare bene i chiodi, la vita creerà delle situazioni quando dovrai piantarli a testa in giù dentro uno stretto armadio.

Se hai imparato a vivere nel presente, la vita cercherà di scombussolarti per metterti alla prova. Avviene così l’insegnamento. Perciò durante il Cammino non troverai mai un posto per fermarti e godere la gloria.”

Donne con le gonne

Avevo già pubblicato dei post simili negli anni scorsi. Ma l'argomento è veramente interessante e dai russi leggo spesso degli articoli sull'argomento. Anche perché nell'esoterismo russo si sente forte una corrente che cerca di ripristinare i valori umani e i valori dello spirito.
Perché nell'antichità le donne portavano le gonne lunghe, e praticamente fino agli anni 50-60 le donne in tutto il mondo portavano le gonne, di misura diversa, ma gonne?