Quale futuro?

Quale futuro aspetta il mondo?

Ormai a tutti è abbastanza chiaro che non ci sarà un ritorno alla vecchia vita, che stiamo assistendo ad un processo pianificato da tempo e guidato. Come una specie di demolizione controllata.

Io capisco che nell’essere umano prevale sempre la speranza, che nessuno vorrebbe vivere in un mondo alienato dove sarà privato della possibilità di progettare il suo futuro.

Il futuro collettivo di tutti noi può avere tante varianti, ma dentro una linea di sviluppo che però è basata sul dominio della prospettiva tecnologica. Quanto vorrei svegliarmi domani in un mondo che aveva scelto una linea di sviluppo spirituale ed ecologica, in armonia con la natura, con il Cosmo!

Ma intanto, la tecnologia dotata dell’intelligenza artificiale non avrà bisogno dell’uomo (fragile, insicuro, malato, e spesso non molto intelligente). L’intelligenza artificiale avrà bisogno di non troppi umani umani  a cui delegare i ruoli secondari. Avrà bisogno di esecutori obbedienti e non di liberi pensatori (schizoidi e geniali).

Molte intelligenze umane sono attive adesso, su tutto il pianeta, prospettando vari scenari, tra cui il più macabro è quello che teme la probabile perdita della “divinità” dell’uomo, della sua anima. Per forza, se l’uomo permetterà a intervenire sulla sua DNA (il suo biocomputer) non sappiamo quali saranno le conseguenze, negli anni e nelle generazioni a venire. Sto leggendo degli articoli russi che affermano che stiamo andando verso una società di caste (dimenticate per sempre il socialismo e l’egalite-fraternite). Potete continuare a sperare (nel Trump o negli alieni dal Consiglio Galattico), ma intanto occorre capire che cosa potrebbe venire fuori già nel  futuro non lontano, per prepararsi e scegliere una linea di condotta.

Gli gnostici dividevano la società in 3 ceti. La spirale della storia sta riagganciando le idee gnostiche?

Gli ilici: sono schiavi dei propri pensieri e passioni, gente senza libero arbitrio, staccati dal proprio Sé Superiore, coloro che vedono in un'altra persona un nemico. Sono la maggioranza assoluta. A questa maggioranza potrebbe essere riservato il ruolo degli “osservati”, oggetti di smatrworking, di telemedicina, di  invio in remoto delle sostanze farmacologiche (sogno di Elon Musk e di altri promotori del 5G). Questa gente potrebbe perdere qualsiasi socialità, e veramente, assomiglierà ai biorobot.

Gli psichici: sono dotati dell’anima e, in teoria, sono capaci di evolversi e di riconoscere il Divino. Hanno una personalità, e a questo sottile ceto sarà permesso di avere il viso libero e di esprimere i suoi talenti. Secondo me, se questo ceto si conserverà sarà molto sottile e servirà per esprimere le “originalità”.

E gli uomini pneumatici non sono di questo mondo: sono i maghi e i sacerdoti, sono al di sopra della legge umana, sono coloro che prendono le decisioni. Anche loro però, dovrebbero sottostare alle leggi universali, visto che trascurano la legge umana. Questo è l’argomento più fumoso. Hanno avvisato l’umanità in che direzione la stanno portando?  Alcuni dicono di si:  abbiamo assistito ad una lunga serie di fiction hollywoodiani sui virus e catastrofi cosmiche, e questo sarebbe stato un avvertimento. Gli umani forse, non l’hanno capito, e pazienza, allora il consenso ci sarebbe stato.

Detto ciò  vorrei sottolineare: la storia la scrive  ognuno di noi, se non siamo ilici.  Il futuro potrebbe non essere catastrofico, ma occorre tenere gli occhi aperti e sapere che la salvezza è individuale. L'unica leva sulla quale possiamo contare è la scintilla divina in noi.

 

Related Articles